Didattica Tecnica PSS

subseaexplorer-pssL’immersione tecnica è una forma di immersione subacquea che va oltre gli scopi di una immersione sportiva.: richiede infatti un addestramento avanzato, una grande esperienza ed attrezzatura specifica.

Sono considerate immersioni tecniche quelle effettuate con cambio gas: i gas utilizzati sono diversi dalla semplice aria. In effetti, un'immersione condotta entro i limiti dei 40 metri con miscele di decompressione diverse dalla miscela di fondo è considerata un'immersione tecnica.

A queste si aggiungono anche tutti quei tipi di immersione che non vengono svolte in ambienti "comodi", ma difficili da raggiungere e che presentano un notevole rischio nella conduzione dell'immersione (ad esempio grotte).

La definizione di immersione tecnica nasce da alcuni limiti imposti dalla fisiologia umana e dal comportamento dei gas disciolti nell'aria, con l'aumento delle profondità. Normalmente si assume per regola una respirabilità dell'aria all'incirca fino a 40 metri (limite sportivo), ma il calcolo non deve considerare la profondità quanto la pressione parziale dell'ossigeno.

Le didattiche tecniche di questi tempi considerano accettabili una pressione parziale di ossigeno entro i limiti di 1,4 bar (con alcune eccezioni estendibile a 1,6) che di conseguenza, respirando aria, ad una profondità massima pari a 56 metri. Oltre questa soglia si incorre in un aumento della tossicità dell'ossigeno, che può portare a spiacevoli incidenti in immersione.

Per questi motivi si devono utilizzare miscele diverse dalla comune aria che, pur limitando gli effetti "negativi" di un'iperossia, aumentano altri rischi e richiedono quindi un addestramento specifico superiore a quello richiesto per un'immersione sportiva.

subseaexplorer-didattica-tecnica1 subseaexplorer-didattica-tecnica.jpg subseaexplorer-didattica-tecnica3 subseaexplorer-didattica-tecnica4