Dove Siamo

dove-siamo1

Cannitello è in una baia appartata e poco visibile, antico centro di produzione serica oggi rappresenta una frazione a nord di Villa San Giovanni, città nota sia come snodo ferroviario che per il traghettamento verso la Sicilia.

La zona, una delle piu' belle della Calabria, oltre che in treno o in macchina è facilmente raggiungibile in aereo, volando a Reggio Calabria oppure a Lamezia Terme.

La peculiarità dell’ubicazione di Cannitello è che situato proprio nel punto più “stretto dello Stretto” di Messina, a ridosso dei terrazzamenti che un tempo ospitavano una densa coltivazione di gelsi, e che oggi in parte sono ancora coltivati a limoneti e vigneti.

La piccola piazza con la Chiesa d’estate è popolata anche dalle lunghissime passerelle delle barche del pesce spada che debordano dal loro sito di riposo in secca, e si spingono fino sulla strada centrale del paese.

Il nostro Diving è in Piazza Chiesa n. 4 - 89018 - Cannitello - Villa San Giovanni. 

Per domande, richieste e/o informazioni potete chiamarci qui:

Tel. 0965-798188 - Cell. 366-3231279

Potete anche usare il nostro modulo di contatto qui

Geograficamente il sito è orientato verso nord-ovest e per questa ragione anche d’estate Cannitello gode di un clima molto mite, rinfrescato dalla brezza di terra che arriva dalle montagne dell’Aspromonte, raggiungibili in soli 30’ di macchina.

 

dove-siamo1 dove-siamo2 dove-siamo5 dove-siamo3 dove-siamo4

Un ampio lungomare è popolato da piccoli ristoranti e bar, oltre che da economici Hotels.

Non esiste il chiasso, la ressa estiva, ma soltanto l’imbarazzo della scelta su dove fare l’immersione del giorno oppure che cosa andare a visitare o ad esplorare spostandosi solo di pochi chilometri.

Cannitello rappresenta soprattutto la perfetta collocazione per esplorare le coste ed i fondali dello Stretto di Messina.

Prima di fornire qualche dato più specifico, occorre che pensiate allo Stretto come ad un luogo sinonimo di Mito, un punto geografico dove l’evocazione del racconto Omerico e delle genealogie degli dei pagani sono ancora fortemente tangibili.

Scilla è dietro l’angolo e dialoga ancora sull’orizzonte con Eolo.

Quando arriverete in aereo vedrete sotto di voi una sottile lingua di terra forata da due laghi salmastri.

E’ il Peloro, la punta nord della città di Messina, chiamata dai Greci Peloro per indicare qualcosa di molto policromo e costantemente mutevole.

Lo Stretto! Una terra baciata dagli dei e arricchita con pesci come il Pesce Luna….lo avete mai visto dormire? Qui vi potrebbe capitare.

 

Maps Google